Istituti di Vigilanza privata: entro un anno obbligatoria la Certificazione Qualità

A partire dal 3 settembre 2014 gli istituti di vigilanza privata attualmente operanti in Italia dovranno sottoporre i propri impianti, servizi e professionisti alla valutazione da parte di un Organismo di Certificazione accreditato.
                                                      
E’ infatti entrato in vigore il D.M. n. 115 del 4 giugno 2014, che fissa l’ obbligo per gli Istituti di Vigilanza, già autorizzati all’atto dell’entrata in vigore del decreto di sottoporsi entro 12 mesi dal 3 settembre 2014, ad un audit interno da parte di un Organismo accreditato  e di produrre al Prefetto competente il certificato di conformità dei servizi forniti ai parametri fissati dal precedente D.M. n. 269/2010 e dalle norme UNI, CEI, ed EN.
Ai fini della certificazione, le norme di riferimento sono:
  • per gli Istituti di Vigilanza ed i relativi servizi: UNI 10891
  • per le Centrali operative e le Centrali di telesorveglianza: UNI 11068, EN 50518
  • per la figura del Professionista della Security: UNI 10459